Giorno della Memoria – Concerto di clarinetto e pianoforte

concerto giorno memoriaIn occasione del Giorno della Memoria, l’Istituto Italiano di Cultura vi invita
lunedì, 28 gennaio 2019, alle ore 19.00
in Aleea Alexandru 41, Bucarest, al

CONCERTO DI CLARINETTO E PIANOFORTE
musiche di compositori “degenerati” e “concentrazionari”
DAVIDE CASALI – clarinetto
PIERPAOLO LEVI – pianoforte

L’attività musicale è una presenza costante dell’esperienza concentrazionaria e riveste un’importanza davvero centrale nel complesso e intricato tema della memoria e della rappresentazione. Malgrado ciò risulta un tema periferico e apparentemente meno rilevante nell’ambito degli studi tradizionali sulla Shoah. Per questo motivo l’Associazione Musica Libera realizza da quattro anni il “Festival Viktor Ullmann” dedicato alla Musica Concentrazionaria – la musica composta dai deportati nei campi di concentramento e nei ghetti nazisti – e alla Musica Degenerata – la musica che il governo nazista considerava decadente e dannosa.
All’interno del Festival nasce il duo formato da clarinetto e pianoforte che si prefigge di eseguire musiche “Degenerate” dedicate a questi due strumenti e poco eseguite. Compositori quali Leone Singaglia, Alberto Gentili, Ernst Krenek, Viktor Ullmann, per citarne alcuni, sono autori molto importanti ma anche poco eseguiti. Lo scopo del duo è far risuonare queste musiche composte da questi sfortunati autori che hanno dovuto subire da parte del Terzo Reich e della Germania nazista un annientamento fisico o culturale. Il duo è composto da Davide Casali clarinettista, direttore d’orchestra e direttore artistico del Festival “Viktor Ullmann”, e da Pierpaolo Levi, pianista di caratura internazionale ed esperto della musica “Degenerata” e “Concentrazionaria”.

casaliDavide Casali è nato a Trieste nel 1970. Ha ottenuto il diploma in clarinetto presso il Conservatorio Tartini di Trieste, dove ha studiato anche composizione, chitarra classica e flauto dolce. Ha intrapreso quindi lo studio della direzione d’orchestra con il maestro Francesco Mander, proseguendolo all’European Conducting Academy, sotto la guida dei maestri Romolo Gessi e Wilfried Tachezi. Si occupa principalmente di musica classica, contemporanea ed etnica e, soprattutto, di musica e cultura ebraica. Nel 1990 ha fondato l’orchestra Abimà, con la quale svolge un’intensa attività concertistica, che lo ha portato dirigere in tutta Italia, privilegiando opere contemporanee o brani di rara esecuzione. Dal 2014 è direttore artistico del Festival Viktor Ullmann, nell’ambito del quale ha diretto numerose opere in prima esecuzione assoluta.

2-pierpaolo-levi-pianofortePierpaolo Levi si è diplomato al Conservatorio “C. Monteverdi” di Bolzano e all’Accademia Filarmonica di Bologna sotto la guida della professoressa Nives Caetani Buzzai. Chiamato molto spesso a Parigi e Londra, ha eseguito per tre volte l’integrale delle Rapsodie Ungheresi di Liszt e questo stesso programma è stato registrato dalla RAI. E’ regolarmente invitato da istituzioni musicali quale membro di giuria di concorsi pianistici nazionali e internazionali e collabora con una prestigiosa scuola pianistica di Bangkok, “Nat Studio”. Nel giugno del 2006 ha eseguito in prima assoluta alla Risiera di San Sabba a Trieste unico campo di sterminio in Italia, musiche di autori ebrei composte nei lager nazisti. Lo stesso programma è stato ripreso per il Giorno della Memoria nel 2007 in un Convegno organizzato dall’Università della Calabria, con il patrocinio della Presidenza della Repubblica.

This entry was posted in 2019, Archivio, Programma. Bookmark the permalink.